AVERNA DON SALVATORE

23,44 IVA inclusa

Esaurito

Formato: 70 Cl
Gradazione Alcolica: 34%
Provenienza: Italia

Legato alla tradizione ma con uno sguardo verso il futuro. Nato per celebrare l’uomo che ha posto le radici del successo di Averna, Don Salvatore.

COD: 2076 Categoria: Tag:

Descrizione

Tipologia: Amaro
Temperatura di servizio: 
16-18°

Colore: Caramello bruciato con riflessi dorati
Profumo: 
Intenso e aromatico. Al naso si susseguono vividi ricordi di frutta secca e scorze di arancia amara e limoni essiccate. Sentori di liquirizia e spezie sfumano verso note tostate  e legnose dovute all’affinamento in botti di rovere per 18 mesi. 
Gusto:
Deciso e vigoroso. Avvolgente ed equilibrato. Le note agrumate dolceamare si sposano con leggiadre melodie di frutta secca che sfumano verso sentori più intensi e decisi di fichi, bacche rosse e spezie.

Momenti di consumo: Ottimo come dopocena. Servito liscio o con ghiaccio e una la scorza di arancia.
Bicchiere consigliato: Tumbler basso. Questa tipologia di bicchiere consente agli aromi di concentrarsi in una zona più ristretta ed essere meglio percepiti al naso.

Le Origini

Lanciato per il 150° anniversario della nascita di Amaro Averna. Don Salvatore à la prima versione invecchiata di questo grande amaro. Un liquore dedicato al suo fondatore, Salvatore Averna, e affinato in botti di rovere per 18 mesi come voleva l’antica ricetta.

La ricetta fu creata all’inizio del 1800 dai monaci dell’Abbazia di Santo Spirito a Caltanissetta. Nel 1868 la ricetta fu data in dono dal monaco Fra Girolamo a Salvatore Averna come gesto di gratitudine per il suo impegno nella comunità locale. La produzione rimase circoscritta poiché l’amaro veniva prodotto solo per omaggiare gli ospiti. Fu solo agli inizi del 1900 che il figlio, Francesco, cominciò a far conoscere il prodotto alla fiere in giro per l’Italia.
Seguirono anni di espansione fino al 1958 in cui Averna divenne una società per azioni. Il successo di Averna prosegue con l’espansione negli Stati Uniti negli anni ’90 e l’acquisizione del marchio da parte del gruppo Campari nel 2014.