NOSTRANU

15,70 IVA inclusa

Denominazione: Cannonau di Sardegna DOC
Cantina: Cantina Berritta
Formato:75 Cl

COD: 1503 Categoria: Tag:

Descrizione

Provenienza: Dorgali
Vitigno: Cannonau
Temperatura di servizio: 16-18°
Gradazione Alcolica: 14,5%

Colore: Rosso rubino tendente al carminio
Profumo: Delicato e sincero. Nitida la fragranza del bouquet. Sensazioni di mora e ciliegia sfumano verso melodie di cannella e chiodi di garofano. Un soffio iodato verso il finale appare timido come portato dal fiero vento sardo.

Gusto: Fruttato ed elegante. Vino di medio corpo e armonioso nasce dalle viti più giovani della Cantina. Non molto potente ma con aromi che si stratificano nel bicchiere in un crescendo di sapori. Estremamente accessibile grazie alla sua ottima beva.

Abbinamenti: Taglieri di salumi e formaggi molli non troppo invadenti nel gusto. Primi piatti poco strutturati ma saporiti. Provatelo con il pesce crudo come tartare di tonno e frutta e semi di sesamo. Ottimi anche fuori pasto.

Scelta Veg: Nostranu è un Cannonau giovane e di pronta beva, molto accessibile. Può essere degustato da solo o durante tutto il pasto essendo un vino non troppo strutturato e potente. Provatelo con un primo a base di quinoa peperoni, zucchine e funghi saltati oppure con polpette di quinoa ripiene zucchine e stracchino. Ottimo con Hambuger vegetariani farciti con cipolle in agrodolce, mostarda dolce e camembert accompagnato da croccanti patate al forno con rosmarino.

Informazioni aggiuntive

Peso 1.3 kg

Curiosando

Lo sapevi che..: Nostranu significa letteralmente “originario del luogo”. Uno dei vini più rappresentativi di questa grande cantina.

La Cantina

L’Azienda Agricola Berritta è  presente nel territorio da diverse generazioni. Ad oggi può contare su ben 10 ettari di terreno coltivato a vigneto a cui si sono aggiunti altri 3 ettari dedicati agli oliveti. I terreni si trovano nell’agro di Dorgali.
I vitigni sono costituiti per il 75% da Cannonau che trova in questa parte della Sardegna il suo habitat naturale.
Una particolarità dell’azienda è la coltivazione del Panzale, un raro vitigno autoctono a bacca bianca.
L’amore e il rispetto per il territorio e per il vino sono evidenti anche nella scelta di utilizzare metodi di allevamento tradizionali e tecniche agronome volte alla produzione biologica.